Serata con Baldassarri
News e Comunicati Stampa
Martedì 21 Novembre 2006 00:00

Serata importante sabato 18 u.s. nel noto ristorante “ La Chiocciola” di Barbara con la presenza di un centinaio di imprenditori soci del GIO (Gruppo Imprenditori e Professionisti delle Valli Misa e Nevola).

Ospite della serata è stato il Senatore Prof. Mario Baldassarri che ha relazionato sui contenuti della nuova Finanziaria del Governo Prodi. Baldassarri, con la sua competenza, ha esposto problemi e preoccupazioni non come politico ma come economista, toccando i vari capitoli che interessano maggiormente imprenditori e professionisti. Baldassarri ha spiegato come il Governo Prodi con questa finanziaria abbia voluto aumentare il potere dello Stato nell’economia del Paese passando da quota 46% al 49%, senza tenere conto che la Comunità Europea si è posta un limite di circa il 40% lasciando il 60% della ricchezza in mano alle gestioni private. Inevitabili saranno le conseguenze, forse gravi, per il nostro Paese proprio perché da decenni tocchiamo con mano carenze, inefficienze e costi elevati delle gestioni pubbliche rispetto alle gestioni private. Altro dato che ci preoccupa è che ancora una volta la “grande industria”, con banche e la “grande finanza” si sono trovati come sempre d’accordo con il Governo purché vengano scaricati oneri e problemi sulle PMI, sui cittadini e sui lavoratori.

 

Altro problema è il Decreto Visco-Bersani in vigore da due mesi con applicazione retroattiva dal 01/01/2005, decreto che inevitabilmente aumenterà l’evasione fiscale e inoltre spingerà il cittadino a nascondere “sotto il mattone” o portare oltre il confine le proprie disponibilità in denaro per paura che eventuali “frequentatori” e qualche funzionario un po’ “distratto” all’interno di certi uffici della pubblica amministrazione, utilizzando la password, possano facilmente entrare a conoscenza e divulgare l’entità dei depositi bancari di un qualsiasi cittadino. Tutto questo è ipotizzabile dal momento che il D.L. obbliga le banche a trasmettere all’amministrazione finanziaria dello Stato tutti i movimenti dei conti correnti bancari, compreso Carte di Credito e ogni altra operazione di cambio allo sportello. Precisiamo che, come imprenditori e cittadini, siamo d’accordo che lo Stato debba combattere l’evasione fiscale, ma nello stesso tempo siamo preoccupati perché certe informazioni sulle disponibilità presenti nei conti correnti personali potrebbero arrivare fino ai “nemici”, alla malavita e ai ricattatori. Altro assurdo che troviamo nel D.L. Bersani-Visco è che la pubblica amministrazione e gli uffici finanziari possono aprire indagini sul cittadino senza informarlo di ciò che fanno e perché lo fanno. Baldassarri si è poi dilungato anche su altri aspetti della Finanziaria che in parte sono condivisibili, ma resta forte la preoccupazione per le inevitabili conseguenze qualora questa Finanziaria non dovesse raggiungere gli obiettivi che il Governo si è prefissato.


Riccardo Montesi
Presidente

18/11/2006

scarica