La stabilizzazione ci preoccupa
News e Comunicati Stampa
Giovedì 28 Maggio 2009 00:00

Che le Piccole e Medie Imprese italiane stiano soffrendo meno rispetto agli altri Paesi sul fronte del commercio estero è confermato dalla “stabilizzazione” degli ordinativi che sono in aumento. Questo emerge dal commento sui dati diffusi dall'Istat sul commercio estero.

Questo però non significa essere fuori dalla crisi.
Stabilizzazione non è sinonimo di ripresa, tutto il 2009 sarà difficile anche per le aziende del nostro territorio. Per questo bisogna concentrarsi su come uscire dalla crisi. Anche se il prodotto concepito e realizzato in Italia è ancora apprezzato in tutto il mondo, corriamo seriamente il rischio che l’eccellenza “Made in Italy” venga impoverita dall'effetto della crisi.

Questo perché la congiuntura sfavorevole ha imposto un drastico taglio degli investimenti destinati allo sviluppo, ma anche delle risorse umane, come testimonia il crescente ricorso alla cassa integrazione.

Su questo fronte, chiediamo alle istituzioni un impegno concreto per scongiurare la scomparsa del prodotto italiano sui mercati internazionali. Servono interventi urgenti affinché non sia svenduto il patrimonio di conoscenze e di internazionalizzazione delle nostre imprese. Infatti, senza misure coraggiose e immediate, il nostro sistema produttivo rischia di subire danni irreparabili e di non riuscire a salire in sella alla tanto agognata ripresa.

Infine, riteniamo che impiegare in attività formative le ore di cassa integrazione potrebbe rappresentare un'ottima soluzione per non disperdere, ma accrescere, il bagaglio di conoscenze delle aziende. La Cig infatti, così com'è, rappresenta una boccata di ossigeno, ma non lascia spazio a prospettive di sviluppo. Infatti, tenendo a casa i dipendenti senza accrescere le loro competenze si rischia di non essere più in grado, tra qualche mese, di aggredire il mercato, con un conseguente taglio di nuovi posti di lavoro anche nel nostro territorio Valli Misa e Nevola.
 

Il Presidente del GIO
Riccardo Montesi

28/05/2009

scarica